Camera Penale di Lucca > Agenda > Camera penale Firenze - Astensione

Camera penale Firenze - Astensione

pubblicata il 23/12/2013

L’assemblea della Camera Penale di Firenze, riunitasi in data 16 dicembre 2013, ha dovuto per l’ennesima volta prendere atto che a due anni dal trasferimento di tutti gli Uffici giudiziari presso il Nuovo Palazzo di Giustizia, e nonostante gli impegni assunti dai responsabili degli stessi, sono gravemente peggiorate le condizioni nelle quali gli avvocati sono chiamati ad esercitare le prerogative del loro ruolo di difensori e a partecipare al processo penale.

Vi è stata una progressiva riduzione degli orari delle cancellerie penali e la soppressione dell’apertura pomeridiana prevista in alcuni giorni. In pratica, il tempo nel quale è consentito l’accesso per il deposito atti, l’esame dei fascicoli ed ogni altro incombente è oramai ridotto a non più di due ore e mezzo, tre, tenuto conto anche della nuova adozione delle c.d. “liste” che vengono chiuse trenta minuti prima del nuovo orario di chiusura; a ciò si accompagna il ridotto numero di personale addetto al rapporto con gli avvocati al fine di coadiuvarne il soddisfacimento delle loro richieste. Nonostante le tante energie dedicate per giungere alla sottoscrizione di protocolli, l’udienza penale viene tenuta prescindendo dagli stessi: più specificamente, i ruoli dei Magistrati per le c.d. “udienze di smistamento” prevedono un numero inverosimile di cause che non consente più alcun riferimento a fasce orarie; è divenuto ordinario, sia presso il Tribunale monocratico che la Corte d’Appello, il ricorso al c.d. “camerone finale”, non rispettandosi così la scansione che il codice di rito prevede per la delibazione della sentenza. Non solo. I dispositivi alla cui lettura si procede ad ora inoltrata non vengono “scaricati” e dunque per il difensore è impossibile conoscere, anche nei giorni successivi, l’esito del processo e l’eventuale termine che il Giudice si sia riservato ai sensi dell’art. 544 c.p.p..

È nota la decisione per la quale le cancellerie penali del Tribunale non procedono più alla notifica dell’estratto contumaciale delle sentenze di assoluzione e delle sentenze di non doversi procedere per prescrizione del reato.

La maggior parte dei processi si celebrano senza l’ausilio dell’ufficiale giudiziario, o comunque di personale che curi l’ordinato afflusso dei testi in modo da garantire la non conoscenza di quanto accaduto all’interno dell’aula o di quanto riferito da chi li ha preceduti.

Nonostante gli accordi intervenuti anche per procedere con modalità informatiche alle richieste di rilascio delle certificazioni ex art. 335 c.p.p., i tanti giorni necessari ad ottenere tale documento hanno davvero pochi eguali in altri circondari giudiziari.

Le copie rilasciate su supporto informatico spesso si rivelano incomplete o comunque male eseguite.

Nel desolante quadro di cui sopra, l’Avvocatura penale ha dovuto altresì constatare l’irragionevole rifiuto di valutare minime proposte di razionalizzazione quali ad esempio la possibilità di invio a mezzo posta elettronica delle richieste di copia delle trascrizioni delle udienze o l’adozione di computers con adeguati sistemi di videoscrittura per la verbalizzazione in sede di udienza dinanzi al Giudice di Pace.

Ed anzi, nonostante la disponibilità, sempre mostrata dall’Avvocatura penale, anche per il tramite delle proprie rappresentanze istituzionali e la partecipazione alle diverse sedi di concertazione, una congerie di provvedimenti non concordati e a volte neppure portati a conoscenza degli avvocati, assunti non solo dai Capi degli uffici, ma anche dai dirigenti amministrativi, ha determinato una situazione non più tollerabile che impedisce agli avvocati penalisti, i quali devono esercitare la propria funzione dinanzi agli Uffici giudiziari fiorentini, la corretta e ordinata attuazione del diritto di difesa in favore dei propri assistiti.

E’ intendimento della Camera Penale assumere iniziative che portino a conoscenza non solo degli addetti ai lavori, ma della intera cittadinanza, la situazione di esasperata difficoltà nella quale sono costretti ad operare gli avvocati difensori; situazione che si risolve in una compressione del diritto di difesa non più tollerabile. Ferma la disponibilità al confronto e alla individuazione di soluzioni che, anche tenendo conto delle difficoltà date dalla carenza di organici, privilegino il servizio in via prioritaria ai soggetti del processo penale - uno dei quali è sicuramente l’avvocato difensore - si impone, oggi, anche la protesta e la denuncia.

Ciò considerato, la Camera Penale Fiorentina proclama lo stato di agitazione per i temi segnalati ed indice l’astensione dalle udienze e dalle attività giudiziarie del settore penale, fissate dinanzi alle Autorità giudiziarie fiorentine nei giorni 13, 14 e 15 gennaio 2014.

Manda il Direttivo della associazione affinché individui momenti di informazione e di confronto con i Capi degli uffici giudiziari, con i singoli Magistrati del settore penale, con il personale delle cancellerie e di segreteria, con il Consiglio dell’Ordine e con i rappresentanti delle altre associazioni forensi.

Manda lo stesso Direttivo per tutti gli adempimenti previsti dalla legge n. 146/1990, così come modificata dalla legge n. 83/2000.

 

Approvato in Firenze il 16 dicembre 2013. 

Lascia un commento:

Nome:*
Email:*
  L'indirizzo email servirà solo per moderare il commento e non sarà reso pubblico.
Commento:*

Inserire questi numeri Sette Due Cinque Nove in cifre qua sotto:
(Questo serve per non riempire di spam il sito e i commenti)
Nel rispetto della normativa sulla privacy, le informazioni inserite verranno trattate dalla Camera Penale di Lucca esclusivamente al fine di consentire il presente commento.





Argomenti News

Ricerca nelle News:

Ricerca nelle news inserendo una parola chiave


Archivio News:

Seleziona dall'elenco un anno ed un mese
per consultare l'archivio delle news.

Novembre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30       
Utilità

Visualizzatore file PDF


Visualizzatore file Power Point